INCONCRETO » INGENIO n.57 » Articolo

Progetto strutturale di una rampa da skateboard realizzata in calcestruzzo

Francesco Ricordo

La presente relazione riguarda la progettazione strutturale e il dimensionamento di una rampa da skateboard con struttura in cemento armato. Le opere sono da realizzarsi nel comune di Almese (TO), presso il centro sportivo di proprietà comunale.

Descrizione del progetto architettonico
Il terreno oggetto di intervento si presenta pianeggiante. Il progetto architettonico si configura come una manutenzione straordinaria: sono attualmente presenti due rampe: la rampa n. 2 è oggetto di demolizione completa, pertanto non è rilevante dal punto di vista del presente progetto strutturale, il quale tratta e si riferisce da qui in avanti esclusivamente alla rampa n. 1. Quest’ultima presenta una struttura realizzata interamente con assi di legno. Tale struttura non rispetta alcuno standard di sicurezza e verrà impiegata esclusivamente come cassero a perdere, non potendo fare affidamento su di essa per le verifiche strutturali. Per questo motivo, nonostante il progetto architettonico si configuri come manutenzione straordinaria, il progetto strutturale è da inquadrarsi come nuova costruzione. La rampa in progetto è provvista di due muri di contenimento terra per garantire l’accesso al piano balconcino agli utilizzatori.
La forma della struttura in progetto è fortemente irregolare, l’altezza complessiva dal suolo della rampa sarà di 2.45 m. Le dimensioni massime in pianta sono pari a circa 16 m x 11 m.

Descrizione della struttura
La rampa in progetto e i relativi muri di contenimento si intendono come opera di nuova realizzazione. La rampa skate e i muri di contenimento verranno calcolati e dimensionati separatamente in quanto si ritiene che le interazioni fra gli stessi siano modeste.

Tutte le strutture saranno realizzate in cemento armato gettato in opera: fondazioni, strutture portanti verticali e solette.

Il riferimento normativo principale per il progetto e la verifica delle struttura sono le “Norme Tecniche per le Costruzioni” del 14/01/2008 (di seguito anche definite sinteticamente NTC) e la relativa Circolare n. 617 del 02/02/2009. Le prestazioni della struttura e le condizioni per la sua sicurezza sono state individuate comunemente dal progettista e dal committente. A tal fine è stata posta attenzione al tipo della struttura, al suo uso e alle possibili conseguenze di azioni anche accidentali; particolare rilievo è stato dato alla sicurezza delle persone. Altrettanta cura è stata posta per garantire la durabilità della struttura, con la consapevolezza che tutte le prestazioni attese potranno essere adeguatamente realizzate solo mediante opportune procedure da seguire non solo in fase di progettazione, ma anche di costruzione, manutenzione e gestione dell’opera.
Per quanto riguarda la durabilità si sono presi tutti gli accorgimenti utili alla conservazione delle caratteristiche fisiche e dinamiche dei materiali e delle strutture, in considerazione dell’ambiente in cui l’opera dovrà vivere e dei cicli di carico a cui sarà sottoposta. La qualità dei materiali e le dimensioni degli elementi sono coerenti con tali obiettivi. In fase di costruzione saranno attuate severe procedure di controllo sulla qualità, in particolare per quanto riguarda materiali, componenti, lavorazione, metodi costruttivi. Saranno seguiti tutti gli inderogabili suggerimenti previsti nelle “Norme Tecniche per le Costruzioni”.

scarica la relazione di calcolo
 

Scarica il File

    

Articolo letto: 3726 volte