INCONCRETO » INGENIO n.58 » Articolo

Digital Building: in Svizzera il primo edificio in cemento armato costruito dai Robot

redazione inCONCRETO

Presso l'edificio Empa e Eawag NEST a Dübendorf, otto professori di ETH Zurigo collaborano con partner commerciali per costruire la DFAB HOUSE a tre piani. È la prima casa del mondo ad essere progettata, progettata e costruita utilizzando processi prevalentemente digitali.



Lo scopo di DFAB House è quello di consentire alla squadra di testare nuove tecnologie edili e energetiche in condizioni di vita reale. Questi includono il processo di stampaggio a maglie robotizzato, che è il primo a rendere la transizione dalla ricerca all'applicazione architettonica utilizzabile.

"A differenza dei progetti di costruzione che utilizzano solo una singola tecnologia digitale delle costruzioni, come le case stampate in 3D, la DFAB House mette insieme una serie di nuove tecnologie di costruzione digitale", ha detto l'iniziatore del progetto, il professore di ETH Matthias Kohler.



"Questo ci permette di utilizzare i vantaggi di ogni singolo metodo e le loro sinergie, e di esprimerli in modo architettonico".

La DFAB House fa parte del progetto nazionale di Competizione in Ricerche (NCCR) di Digital Fabrication ed è stato eretto presso il NEST - un modulo modulare di ricerca e innovazione sul campus di Dübendorf gestito dall'istituto Empa per la scienza dei materiali e lo sviluppo tecnologico e l'Eawag organizzazione di ricerca acquatica.

Una serie di moduli di prova vengono installati su piattaforme attorno alla periferia del nucleo NEST (Next Evolution in Sustainable Building Technologies).

VIDEO:  ETH Zurich unveils plans for robot-built house in Dübendorf

Il team sta usando un robot da costruzione di due metri, montato su binari da bruco, per realizzare sezioni di maglie in acciaio che funzionano sia come cassonatura e rinforzo per pareti in calcestruzzo.



Il fabricatore in situ è ??in grado di produrre forme double-curved da una rete densa che viene poi riempita con un mix di calcestruzzo speciale che rimane all'interno della casseruola senza scappare attraverso le lacune.

Quando il calcestruzzo si indurisce, forma una parete portante che sarà sormontata da una lastra da soffitto ottimizzata e funzionalmente integrata, realizzata utilizzando una stampante a sabbia 3D su larga scala.

 

Questa struttura sarà installata al centro dell'area aperta di vita e di lavoro al piano terra della Casa DFAB e sarà chiusa dietro una facciata in calcestruzzo prodotta utilizzando un processo robotizzato automatico di scorrimento.

Due ulteriori piani al di sopra del piano terra sono prefabbricati presso il laboratorio di fabbricazione robotica di ETH Zurich usando robot che collaborano a raccogliere elementi di costruzione del legno per creare camere individuali.

La DFAB House di 200 metri quadrati è prevista per essere completata nell'estate 2018, quando comincerà ad essere utilizzata come spazio residenziale e di lavoro per ricercatori ospiti e partner del progetto NEST.

I rapidi progressi dal concetto alla vita reale dei metodi di costruzione sviluppati dai team ETH come parte del programma NCCR Digital Fabrication dimostrano un desiderio sia dei ricercatori che dell'industria per accelerare l'esplorazione delle nuove tecnologie digitali.

"Siamo convinti che questa collaborazione sia valida per entrambe le parti", ha aggiunto Kohler.
"Un numero crescente di aziende svizzere, come Erne AG Holzbau, che è l'appaltatore generale della DFAB HOUSE e che era stato precedentemente coinvolto nella costruzione di Arch_Tec_Lab presso ETH Zurigo, vuole utilizzare in modo proattivo le opportunità delle tecnologie digitali - cosa che ci dà ottima piacere."

ETH Zurich è un'università scientifica, tecnologica, ingegneristica e matematica leader che si impegna regolarmente in progetti architettonici pionieristici, tra cui una struttura in pietra a volta che si supporta senza una colla e un padiglione a scandole costruito utilizzando la fabbricazione robotica.

    

Articolo letto: 998 volte