INCONCRETO » Elenco News » Notizia

Stampata in Danimarca una cupola in cemento 3D

del 20/09/2017

La tecnologia di stampa 3D viene sempre più sperimentata  col fine di sviluppare l’industria delle costruzioni  grazie al suo enorme potenziale per una migliore automazione che, da un lato, offre una visione del cantiere   più efficiente e creativa e, dall’altro, può dare risposta al problema di realizzare in tempi brevi piccoli moduli abitativi in seguito a terremoti, uragani, ecc.. 
Uno degli ultimi step innovativi in questo settore si è concretizzato recentemente in Danimarca dove è stata realizzata una struttura a cupola utilizzando una tecnica di stampa 3D con il calcestruzzo. 
La cupola, che è una delle prime strutture in calcestruzzo stampato in 3D nel Paese, è il risultato  di un grande sforzo di collaborazione, Kim Utzon Architects ha guidato il progetto  collaborando con il Danish Technological Institute e lo NCC (Nordic Construction Company) Danmark.  L’obiettivo del team è stato principalmente quello di esplorare le possibilità che la stampa 3D offre per l’industria delle costruzioni verificando come potrebbero essere meglio implementate. La produzione è avvenuta con una grande stampante in calcestruzzo 3D presso il Danish Technological Institute. 

 

La struttura della cupola, attualmente utilizzata come forma di arredo urbano, è composta da diversi elementi stampati in 3D che sono stati tesi in loco. Questo principio consente di realizzare strutture robuste con un minimo di consumo di materiale. Lo sviluppo di questa tecnica in altri progetti potrebbe portare una maggiore economicità  dei lavori di costruzione.
Tradizionalmente il calcestruzzo viene rinforzato con l’acciaio, ma questa tecnica non è completamente compatibile con la  stampa 3D. La tensione potrebbe indicare la strada verso una maggiore implementazione della tecnologia di stampa 3D. 
Thomas Juul Andersen, vice presidente senior, del Danish Technological Institute, afferma:  “stiamo testando le chance che la stampa 3D può dare in più  al settore delle costruzioni. Durante il progetto abbiamo sperimentato alcune possibilità della nuova libertà di espressione  e progettazione architettonica  che il calcestruzzo 3D offre. Nello stesso tempo è stata acquisita esperienza nella tecnologia di stampa e di composizione dei materiali e nel  convertire un disegno digitale direttamente nella produzione di elementi in calcestruzzo.”

 

L’architettura stampata in 3D potrebbe rimanere alla piccola scala di questa struttura della cupola, in quanto si tratta  ancora di una tecnica praticamente non testata completamente e con alcune limitazioni apparenti nel suo stato attuale, ma questa situazione potrebbe cambiare presto. L’introduzione di disegni digitali nel processo di costruzione, nonché l’utilizzo della stampa 3D in progetti esplorativi per stimolare nuove idee, potrebbero servire a modernizzare un’industria (quella delle costruzioni) i cui metodi tendono a cambiare a ritmi relativamente lenti rispetto ad altri settori.
Il paesaggio urbano inizia a cambiare a causa del clima e della pressione demografica  e le tecnologie digitali in altri settori rivoluzionano il modo in cui le persone interagiscono con l’ambiente costruito; le innovazioni della tecnologia di stampa 3D potrebbero rivelarsi in questo senso decisamente tempestive e promettenti.

 

Fonte www.3ders.org

di Redazione INGENIO

Notizia letta: 1351 volte

NEWS COLLEGATE

    

Torna alla Lista News »