Dal MIT una ricerca sulla modellazione del ritiro idraulico

Grazie al modello messo a punto dai ricercatori del CSHub sarà possibile valutare quantitativamente il legame tra il ritiro idraulico, l’assorbimento dell’acqua e la struttura dei pori della pasta di cemento.
 
È risaputo che il ritiro idraulico derivante dalla perdita di acqua dai pori della pasta cementizia può generare un quadro fessurativo capace di compromettere la durabilità, la funzionalità e non ultima l’estetica delle opere in calcestruzzo.
Risulta quindi importante poter avere strumenti che possano quantificare e valutare tale fenomeno. 
Se si analizza il fenomeno del ritiro idraulico della pasta di cemento è possibile notare come questo presenti una certa isteresi, ossia pur riportando il campione nelle stesse condizioni di umidità questo non sarà in grado di recuperare la dimensione iniziale che aveva prima del ritiro.
Un comportamento per certi versi simile a quello delle argille dove il ritiro è prevalentemente legato alla perdita dell'acqua negli strati a scala nanometrica.
Fino ad ora la mancanza di un modello accurato della struttura della pasta cementizia e dell’azione dell'acqua su scale fondamentali ha reso difficile fare valutazioni attendibili di questo fenomeno.

L’obiettivo della ricerca del CSHub del MIT è stato proprio questo: trovare un modello quanto più dettagliato capace di legare le varie grandezze in gioco nel valutare il ritiro idraulico.
In particolare se si analizza il modello studiato dai ricercatori statunitensi questo mira a valutare quantitativamente il legame tra il ritiro idraulico, l’assorbimento dell’acqua e la struttura dei pori (dimensioni e tipo di connessioni) della pasta cementizia.
 
Gli usi
Grazie alla sua semplicità, questo modello può essere utilizzato per rapide previsioni sull’assorbimento dell'acqua e ritiro (in condizioni isoterme) per una pasta cementizia con struttura nota dei pori o, viceversa, per estrarre informazioni quantitative sulla struttura dei pori partendo dalla conoscenza dei dati misurati di assorbimento e ritiro. Dal momento che le proprietà meccaniche sono fortemente influenzate dall’acqua evaporabile, il modello avrà una gamma di possibili applicazioni, tra cui i materiali di progettazione e il controllo di qualità.
 

SCARICA IL RESEARCH BRIEF
Fonte: http://cshub.mit.edu/