Mitigazione del rischio sismico: 4 milioni per PONTI E VIADOTTI

Marche, Lazio, Emilia-Romagna e Calabria le regioni coinvolte dall’assegnazione dei fondi per il miglioramento sismico delle infrastrutture

L’assegnazione delle risorse, rientranti nella dotazione per l’annualità 2011 del Fondo statale per la prevenzione del rischio sismico istituito dall’art. 11 del D.L. n. 39/2009, prende avvio dal decreto del 28 aprile 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 200 del 29 agosto 2014.
 
 
Il provvedimento assegna quasi 4 milioni di euro - previsti dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4007 del 29 febbraio 2012 - a 17 interventi urgenti e indifferibili di mitigazione del rischio sismico su ponti e viadotti delle regioni Marche, Lazio, Emilia-Romagna e Calabria.
Di seguito l’elenco degli interventi:
 
 
Sulla base del decreto, gli interventi saranno finanziati solo se raggiungeranno un valore minimo di sicurezza strutturale, pari a un rapporto capacità/domanda di almeno il 60%, e comunque presentare un aumento della capacità non inferiore al 20% di quella corrispondente all'adeguamento sismico.
 
Per quanto riguarda il monitoraggio questo verrà effettuato dalle Regioni interessate dai fondi, che con procedura informatizzata trasmetteranno al Dipartimento della Protezione Civile i resoconti annuali delle attività, secondo i modelli riportati nell'allegato 1 al decreto.
 
SCARICA IL DECRETO
SCARICA ALLEGATO 1