Il calcestruzzo diventa protagonista delle gallerie del Quadrilatero

24/11/2014 4751

Il 7 novembre scorso il calcestruzzo è stato al centro di una giornata di approfondimento tecnico sulle pavimentazioni stradali.
Atecap, Aitec e Federbeton hanno partecipato ad una visita esclusiva alle gallerie del maxilotto 1 del Quadrilatero Marche-Umbria (SS 77 della Val di Chienti) insieme a rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tecnici di Roma Capitale e Strada dei Parchi, docenti dell’Universita’ di Roma “La Sapienza” e dell’Universita’ Politecnica delle Marche. Si tratta di 40 km di strade in calcestruzzo all’interno delle gallerie, realizzate con il il nuovo sistema Jpcp, già sperimentato nella galleria di Laives, operativa dal 21 dicembre 2013. Il maxilotto 1, metterà in comunicazione Foligno (Umbria) e Civitanova Marche (Marche) attraverso 13 viadotti e 13 gallerie, all’interno del progetto viario del Quadrilatero Marche-Umbria, importante opera infrastrutturale che, una volta terminata, permetterà il collegamento stradale rapido fra l'Umbria e le Marche.
«Stati Uniti, Canada, Germania, Austria, Belgio, Olanda e Regno Unito hanno da tempo adottato la pavimentazione in calcestruzzo come standard, non solo in galleria – spiegano da Atecap -. Con l'esperienza del Quadrilatero e di Laives i vantaggi di questa soluzione in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale saranno finalmente sotto gli occhi di tutti anche nel nostro paese».

Per conoscere i dettagli del nuovo sistema Jpcp, leggi l’articolo sulla galleria di Laives.