Il M.I.T. realizza una stampante 3D 10 volte più veloce

Redazione INGENIO 07/12/2017 1944

Fin da quando sono state realizzate le stampanti 3D si è compreso che il limite da superare per passare da un’uso artigianale a quello della velocità il problema da affrontare fosse quello della velocità.
Al MIT però potrebbero avere la soluzione: i ricercatori infatti hanno introdotto alcune modifiche che hanno consentito di velocizzare di 10 volte la stampa di un pezzo complesso.

Il sistema utilizza sempre la tecnologia FDM, la stessa utilizzata nella maggior parte delle stampanti desktop 3D attuali, che si deposita gli strati di plastica fusi per costruire una struttura.
Al MIT hanno quindi deciso di apportare alcune modifiche chiave alla testina di stampa al fine di accelerare le cose, introducendo un meccanismo a vite che fornisce i filamenti a più alta velocità grazie a un grip migliore sulla plastica rispetto al modello tradizionale “pinch wheel”.

Non abbiamo ancora deciso il percorso da intraprendere”, ha infatti spiegato il professore associato John Hart “Potremmo avviare un’azienda tutta nostra che si occupi di realizzare e vendere questo tipo di stampante 3D, oppure lavorare con aziende già esistenti concedendo in licenza la nostra tecnologia”. In ogni caso la tecnologia potrebbe essere decisamente utile anche nel settore industriale, dove già adesso diverse aziende stanno cominciando a utilizzare le stampanti 3D per accelerare il processo di prototipizzazione.‎

fast-3Dprinting.JPG

guarda il filmato