Il BIM porterà cultura e internazionalizzazione alle nostre imprese e ai nostri professionisti

Andrea Dari - Editore 09/03/2018 1193

Il BIM nei lavori pubblici: punti di partenza e nuove prospettive

Il big event dedicato al tema della digitalizzazione delle costruzioni che fa seguito al cosiddetto decreto BIM organizzato da BuildingSmart Italia e dal Politecnico si è aperto con una lettera dell’uscente Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

 

GRAZIANO-DEL-RIO---MINISTRO---COESIONE-TERRITORIALE---INGENIO.jpgBIM, la lettera del ministro Delrio

Graziano Delrio ha ricordato come “l’innovazione e la digitalizzazione nella progettazione  sono senz’altro tra le indicazioni sostanziali introdotte nel Nuovo Codice dei Contratti per preservare e garantite una cultura della qualità delle opere pubbliche. Anche attraverso la riconfigurazione digitale, inoltre, il settore delle costruzioni può rappresentare un fattore trainante per l’aumento. della produttività del Paese e la crescita economica.”

Il ministro ha ricordato anche l’ormai famoso decreto BIM: “l’adozione del decreto 560/2017 che declina la modellazione e gestione delle informazione relative ad un’opera in chiave digitale va visto come strumento strategico, coerente con i recenti indirizzi della commissione Europea, che consente di offrire risparmi in termini di costi, efficienza produttiva e operativa una migliore qualità delle infrastrutture, migliori prestazioni ambientali in un quadro trasparente di collaborazione competitiva”.

Per fare questo corrono però non solo strumenti normativi, perchè la digitalizzazione nasce e vive solo attraverso una consapevole adozione da parte delle persone.

Per il MInistro Delrio la Pubblica amministrazione si è mossa su questo punto, poichè è stata arricchita “la cassetta degli attrezzi per progetti pubblici di qualità ... con una serie di strumenti ... tra i quali le linee guide per la valutazione delle opere pubbliche, le norme tecniche di costruzione, il decreto smart road, i fondi per la progettazione ...”

 

Nella sua parte finale della lettera, Delrio ricorda poi come il governo abbia riportato gli investimenti nelle infrastrutture ai livelli pre crisi, ma che la digitalizzazione consentirà facilmente “una riduzione di spesa intorno al 10%, conseguendo contemporaneamente una crescita culturale del comparto, un’internazionalizzazione delle imprese e dei professionisti, ed un cospicuo minor tempo di realizzazione delle opere”.

 

Tutto il convegno è trasmesso in diretta Facebook sulla pagina di INGENIO.