BIM: maxi-concorso di 812 mila euro per la sede ISTAT di Roma. I dettagli

Matteo Peppucci - INGENIO 20/04/2018 2381

BIM: la gara, a procedura aperta in unico grado, prevede la realizzazione dei nuovi uffici nel comprensorio Sdo di Pietralata, su un'area di circa 15.600 mq a poche decine di metri dalla fermata Quintiliani della linea B della metropolitana

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'UE è stato pubblicato il maxiconcorso per la nuova sede dell'Istat a Roma da realizzare in BIM: gara a procedura aperta in un unico grado, prevede la realizzazione dei nuovi uffici nel comprensorio Sdo di Pietralata, su un'area di circa 15.600 mq a poche decine di metri dalla fermata Quintiliani (metro linea B). 

Il bando anticipa, quindi, l'applicazione del decreto 560/2017 sulla progressiva introduzione del BIM negli appalti pubblici: i concorrenti devono essere in grado di gestire ogni fase della progettazione. L'edificio da realizzare si sviluppa su una Sul di 48mila mq fuori terra più due piani interrati (per parcheggi, archivi e Ced).

Concorso: bando, premi, progettazioni

La procedura, promossa dal Provveditorato O.P. per il Lazio, Abruzzo e Sardegna, chiede di realizzare un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica, con la conseguente individuazione del soggetto vincitore a cui affidare, vista la disponibilità delle necessarie risorse economiche stanziate dall'Inail, con procedura negoziata senza bando, le fasi successive della progettazione definitiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione. Al vincitore del concorso andranno 812.600 euro, al 2° classificato 62.140 euro, al 3° classificato 43 mila euro e al quarto 23 mila euro.

Una volta assegnato il bando, con consegna del preliminare di gara, ci saranno 60 giorni di tempo per completare la progettazione perfezionando il preliminare. Dopo la firma del contratto con il vincitore si passa alla progettazione definitiva, che sarà affidata sempre al vincitore e che vale circa 2,2 milioni di euro. Quanto alla progettazione esecutiva, entrerà in scena l'Inail che, in quanto investitore, gestirà la realizzazione dell'opera, e potrebbe curare anche la progettazione esecutiva.  

I requisiti per partecipare

E' richiesto un fatturato di 1.5 volte l'importo di gara nell'ultimo decennio per lo svolgimento di servizi attinenti. E un fatturato pari allo 0.6 dell'importo per i due servizi singoli attinenti, sempre negli ultimi dieci anni. Il bando resterà aperto fino alle ore 12 del 19 luglio 2018. Si richiede, inoltre, il possesso di queste categorie: E/16 (sedi di uffici, società o enti) per un valore di circa 33,8 milioni; IA.01 (Impianti e reti) per tre milioni esatti; IA.02 (Impianti di riscaldamento) per 16,5 milioni esatti; IA.03 (Impianti elettrici) per 14 milioni esatti; S.04 (Strutture) circa 15,6 milioni.