BIM e Formazione: riconoscimento europeo al Corso di Master “BIM Manager” della Scuola F.lli Pesenti

Paola Ronca - Scuola F.lli Pesenti Alessandro Zichi - Scuola F.lli Pesenti 10/10/2018 1107

E’ stata selezionata ed approvata dall’Executive Agency of European Commission la proposta dell’istituzione del Corso di Master “European Master in Building Information Modelling” avanzata dalle tre Università consorziate, Minho (Portogallo), Ljubjana (Slovenia) e Politecnico di Milano.

Qui di seguito stralcio della “Notification Letter”, ricevuta in giugno 2018 , indirizzata al Rettore dell’Università coordinatrice:

 master-pesenti-2018-0.JPG

Il titolo del Master è  “BIM A+”

La Commissione Europea EMJMD (Erasmus Mundus Joint Master Degree), ed in particolare la European Higer Education Area , è attiva da oltre 2 decenni per la promozione di programmi che operano nell’ambito di Azioni specifiche nei campi  “Education, Training and Youth”.

Nel paragrafo “General Objective” dell’ ”Erasmus+ Programme Guide” vengono chiaramente sottolineati gli scopi dell’EMJMD e le modalità per perseguire e concretizzare tali scopi; citando direttamente si legge:

EMJMD aim to :

  • Foster excellence, innovation, and internationalisation in HEIS (Higher Education Institutions)
  • Boost the attractiveness of the European Higher Education Area (EHEA) and support the EU’s external action in the field of higher education
  • Improve the level of competences and skills of Master graduates and their employability

Le modalità per perseguire tali scopi si attuano, ogni anno , con la pubblicazione, tramite la Education, Audiovisual and Culture Executive Agency, di “call for  proposals”, rivolte, con enfasi,  ad incentivare “Mobility Projects” attrverso la formazione di Consorzi tra le HEIS.

Le radici dell’idea di unirsi in consorzio fra le tre  Università e sottomettere la application per l’attivazione di Master Europeo in ambito BIM, possono essere rintracciabili principalmente nei seguenti aspetti caratterizzanti le attività fondamentali dell’offerta didattica post laurea già in atto presso le tre Università, in particolare alla Scuola Pesenti del Politecnico di Milano:

i)identità comune di scopi e relative modalità di attuazione tra le attività di formazione già in atto presso ciascuna Università e i “General Objective” e “Criteria” dell’Erasmus+ Programme Guide, in particolare negli ambiti dell’European Higher Education Area

ii)-la presenza presso la Scuola Master F.lli Pesenti di consolidata esperienza nell’attivazione del Master CFU “BIM Manager”;

iii)- Le due principali caratteristiche che contraddistinguono la didattica di tale Master (le cui ore di aula si sono progressivamente dilatate): cioè fondamentali richiami didattici a basi teoriche e , su queste, applicazioni critiche attraverso percorsi indicati da BIM Guides, in prevalenza internazionali;

iv) L’aspetto di mobilità perseguita , specialmente durante il periodo di internship dell’allievo Master, che molto spesso viene preso per lavorare su temi a livello internazionale, durante il periodo di stage curricolare;

v)-La presentazione al Convegno Internazionale  9th International Masonry Conference 2014 Guimaraes, Portugal, presso UMINHO di alcune esperienze maturate dal gruppo di Milano come tesi al Master “BIM Manager”, tra cui in particolare l’articolo “BIM Design Approach for Historic Masonry Building Sustainable Rehabilitation”.di P. Crespi, P.Ronca, A. Zichi;

vi) la consolidata e proficua collaborazione nell’area della “Professional training” della Scuola F.lli Pesenti con enti esterni all’Università, già anche internamente attenti alle procedure BIM;

vii)-Iniziative didattiche ,in ambito BIM, sviluppate in comune tra L’Università di Ljubjana e L’Università di Minho;

viii)-La consolidata esperienza di call Europei, in particolare nella European Higer Education Area, dell’Università di Minho;

ix)-La sempre maggiore popolarità del BIM, nell’industria delle costruzioni, non solo in Europa; l’evidenza che il BIM sta trasformando il modo di collaborare nei progetti di costruzioni e infrastrutture, tanto da essere ormai mandatorio per numerose opere pubbliche, e, come consequenza, il prevedibile numeroso aumento di richiesta di BIM experts.

 master-pesenti-2018-1.JPG

Con tali basi comuni,  nella primavera del 2015 nasce l’idea di costituire il Consorzio fra le tre Università (come richiesto nell’Erasmus + Programme Guide)per preparare e sottoporre una comune application, nella sperimentata convinzione di essere in grado di coprire con tale proposta ogni clausola per perseguire gli scopi della European Higher Education Area.

Nel febbraio 2017, nel rispetto dell’application deadline, ottenuta la firma dei tre Rettori, viene sottoposta l’application per ottenere il finanziamento per l’attivazione del Master “BIM A +”

Lunghi iter burocratici, mai precedentemente percorsi, richiesti dall’EMJMD hanno prevalso su importanti aspetti necessari per puntualmente illustrare e garantire il soddisfacimento dei programmi e degli scopi della Commissione EMJND, attraverso i 4 diversi “award criteria”, qui di seguito elencati:

  1. Relevance of the project
  2. Quality of the project
  3. Quality of the project team
  4. Impact and dissemination

Pur avendo ottenuto giudizi positivi e punteggi alti nei primi due “criteri”, negli ultimi due “criteri”, non si era prestata sufficiente rilevanza per sottolineare la collaborazione con i numerosi enti esterni all’Università, determinanti per assicurare operativamente i “Mobility Criteria”, e le “Skill for employability”che vengono chiaramente espressi nel paragrafo “general object”.

Non viene ottenuto il finanziamento.

master-pesenti-2018.JPGViene ripresentata l’application nel febbraio 2018, dopo un paziente lavoro che ha incrementato i partecipanti al Consorzio di 25 nuovi enti, ufficializzando la loro presenza come “associated partners”, comprendenti 3 nuove Università (Politecnico di S. Pietroburgo, Università di Liverpool, Università di Brescia) ed enti sia di ricerca, sia softerhouses, studi professionali, imprese di costruzione, operanti anche fuori della EU.

Come annunciato all’inizio di questa comunicazione , nel giugno 2018, viene comunicato al Rettore dell’Università coordinatrice di Minho che “the application has been selected for EU co funding”: il lavoro è ufficialmente iniziato con la prima riunione, tenutasi presso la Scuola F.lli Pesenti-Politecnico di Milano, il 13 settembre, di cui la foto dei partecipanti è riportata sopra.