Prevenzione sismica degli edifici pubblici: firmato accordo tra Agenzia del Demanio e Protezione Civile

20/01/2019 1732

ROMA - Un accordo di collaborazione finalizzato all’attuazione delle attività che riguardano la prevenzione del rischio sismico sugli immobili di proprietà dello Stato e in uso alla Pubblica amministrazione è stato sottoscritto oggi a Roma tra il Dipartimento della Protezione Civile e l’Agenzia del Demanio.

L’intesa riguarda il confronto, l’analisi, l’approfondimento e la condivisione di esperienze in tema di prevenzione. L’Agenzia ha, infatti, avviato un piano pluriennale di indagini sulla vulnerabilità sismica sul patrimonio immobiliare dello Stato.

PROTEZIONE-CIVILE.jpgProtezione Civile e Agenzia del Demanio insieme

La collaborazione con la Protezione Civile prevede anche la condivisione delle informazioni e dei dati sugli immobili nonché gli esiti delle attività di valutazione della sicurezza strutturale, diagnosi energetica e rilievo geometrico, tecnologico ed impiantistico (audit) già avviate dall’Agenzia in 15 regioni italiane.

Nell’ambito di questa collaborazione il Dipartimento della Protezione Civile si impegna a supportare l’Agenzia del Demanio nell’individuazione dei criteri da seguire per stabilire le priorità in merito alla programmazione degli interventi sui singoli immobili, indipendentemente dallo svolgimento delle indagini sull’intero patrimonio.

agenzia-del-demanioIl lavoro congiunto consentirà inoltre di individuare gli strumenti idonei per collezionare i dati di sintesi degli audit sismici forniti dagli operatori economici e definire le linee guida per produrre la documentazione necessaria per la prevenzione del rischio sismico, anche da parte di soggetti privati che locano immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni.

"L’importante accordo siglato oggi permetterà alle nostre strutture di condividere conoscenze e competenze, lavorando insieme su attività che garantiranno una maggiore prevenzione del rischio sismico e accresceranno la sicurezza per gli immobili gestiti dall’Agenzia del Demanio – ha dichiarato il capo del dipartimento, Angelo Borrelli - Ridurre i rischi a cui i cittadini sono esposti è la priorità del nostro Dipartimento e siamo certi che, grazie a questa collaborazione avviata con l’Agenzia del Demanio, si compia un altro passo in questa direzione, perché fare protezione civile vuol dire lavorare insieme".

Per un patrimonio pubblico più sicuro

"Quest’accordo va nella direzione del cambio di passo nella gestione e manutenzione del patrimonio pubblico che l’Agenzia ha avviato attraverso un corposo piano di riqualificazione sismica - ha dichiarato il prefetto Riccardo Carpino, neo direttore dell’Agenzia del Demanio –. E’ un processo che parte dalle gare per le progettazioni già avviate, passa all’individuazione degli interventi cui dare priorità con il prezioso supporto della Protezione Civile; un percorso che poi vedrà le gare per i lavori e la loro esecuzione per mettere in sicurezza il patrimonio dello Stato".

"Ad oggi - ha aggiunto - il mio impegno è stato quello di far partire i primi 24 bandi di gara su circa 800 immobili di proprietà dello Stato, nelle zone sismiche 1 e 2, per un importo complessivo di circa 58 milioni di euro, per gli audit, i progetti di fattibilità tecnico ed economica, la progettazione definitiva ed esecutiva. L’esperienza e la conoscenza della Protezione Civile rappresentano un importante valore aggiunto per pianificare e svolgere al meglio tutte le attività finalizzate alla prevenzione del rischio sismico a testimonianza di un metodo di lavoro in cui le diverse amministrazioni fanno squadra".