Nodi trave-pilastro "no problem", Circolare 2019... queste ed altre novità nella nuova versione di MasterSap

06/03/2019 2761

A metà marzo verrà rilasciata la nuova versione 2019 di MasterSap e degli altri prodotti software della collana AMV 

collana-amv-mastersap-2019.JPGTutti i prodotti e le novità illustrate nel seguito verranno distribuite gratuitamente agli utenti in contratto di assistenza e manutenzione (ovviamente attivi al momento del rilascio e in possesso del modulo applicativo di riferimento).

Nel documento (scaricabile in fondo in pdf.) ci limitiamo alle novità più significative.

Come noto l’11 febbraio scorso è stata pubblicata la Circolare relativa alle NTC 2018 (“Istruzioni per l’applicazione dell’«Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”»). Nella versione in distribuzione saranno già incluse alcune delle istruzioni proposte nella Circolare. Su alcune procedure dobbiamo completare le operazioni di validazione e, come indicato nel seguito, il loro rilascio verrà effettuato nella versione SP1 immediatamente successiva.

>>> Maggiori informazioni sul sito AMV.

Le novità di MASTERSAP 2019

MasterSap 2019 a 64 bit

La nuova versione di MasterSap consente di sfruttare appieno le potenzialità hardware dei PC e la stabilità acquisita dal software Windows a 64 bit.
L’aumento delle prestazioni è in parte implicito, in parte derivante dall’utilizzo di librerie grafiche più potenti ed efficienti.
Dai test interni risulta che le prestazioni sono tipicamente migliorate del 50% in molte operazioni grafiche, quali spostamento, rotazione, zoom, rendering.
Per modelli oltre i 5000 nodi le operazioni grafiche vengono ulteriormente velocizzate tramite una procedura automatica di visualizzazione semplificata. Inoltre il sistema effettua, ora, autonomamente la scelta del miglior driver grafico disponibile nella dotazione hardware del PC.
In effetti le potenzialità offerte dai sistemi a 64 bit dovranno essere ulteriormente sfruttate nelle prossime versioni di MasterSap. In questa fase ci siamo dovuti concentrare anche sulle novità conseguenti alla NTC 2018 e alla Circolare appena pubblicata.

Progettazione nodi trave pilastro c.a. (MasterArm)

Questo è un tema molto delicato. Sono note infatti le difficoltà emerse nell’applicazione delle NTC, indipendentemente dal tipo di analisi adottato. La Circolare ha cercato di alleviare il problema, introducendo alcune indicazioni in aperto contrasto con il DM.

Come è noto, dal punto di vista legale la Circolare non ha valore di cogenza generale, come avviene invece per il DM.

Il problema che si pone al professionista è quindi spinoso, perché in caso di contenzioso, il mancato rispetto delle NTC, pur in ossequio alla Circolare, potrebbe avere spiacevoli conseguenze.

Al riguardo Vi invitiamo a consultare questi 2 articoli.

Per queste ragioni AMV è impegnata da tempo nella ricerca di una soluzione che sia rispettosa del DM, indipendentemente dalla Circolare. Esaminiamo questo capoverso delle NTC2018, riportato al piede della tabella 7.2.I.

domanda di resistenza nella tabella 7.2.1 delle NTC 2018

Qui le NTC 2018 stabiliscono che si può:

  1. Adottare la progettazione in capacità e valutare la sua domanda (come indicato nel par. 7.4.4.3)
  2. Valutare la domanda di resistenza nel caso del comportamento NON dissipativo (ma ovviamente con sollecitazioni maggiori di quelle del comportamento dissipativo, per effetto del fattore di comportamento più piccolo utilizzato nel primo caso)
  3. Confrontare i 2 risultati e assumere quello meno gravoso

é quello che è stato introdotto in Mastersap 2019.

box-amv-3.JPG

In questo modo si ottengono, spesso, risultati più favorevoli, in particolare per le azioni sismiche di bassa e media intensità e per i nodi esterni. Risultati favorevoli e nel rispetto della norma.

Segnaliamo che questa procedura è stata introdotta come opzione, perché è una facoltà del professionista. Il dimensionamento per capacità viene sempre eseguito, mentre quello per resistenza con comportamento NON dissipativo verrà eseguito solo a discrezione dell’utente, attivando l’opzione in questione, comportando così il confronto finale fra le elaborazioni.

Una seconda opzione di MasterSap 2019 riguarda la facoltà di seguire le indicazioni della Circolare che così recita:

verifiche-resistenza-circolare-ntc.JPG

E' evidente il contrasto con il seguente passo del DM 17/01/2018.

Paragrafo 7.4.1. delle NTC 2018

Come si legge, la Circolare esonera dalla verifica per capacità le strutture con comportamento non dissipativo e, per la sola CD“B”, i nodi interamente confinati. L’opzione in esame è la seguente.

box-amv-4.JPG 

Anche applicando la Circolare in CD“B” vanno comunque progettati in capacità tutti i nodi non interamente confinati, ad esempio i nodi perimetrali delle strutture intelaiate. Pertanto, in questo caso, rimangono valide le ragioni per utilizzare anche la prima opzione. In altre parole le 2 opzioni possono essere attivate contemporaneamente.

box-amv-5.JPG

Ovviamente per la CD“A” neppure la circolare prevede sconti, ma resta comunque valida la possibilità di effettuare il confronto fra la progettazione in capacità e la domanda di resistenza per comportamento non dissipativo, prevista con la prima opzione.

box-amv-2.JPG

Come si può intuire la gestione di tutte queste alternative progettuali è stata piuttosto laboriosa, anche per la seguente ragione: se una struttura è stata calcolata con comportamento dissipativo bisogna ricavare, dai relativi risultati (dissipativi), quelli attinenti al calcolo NON dissipativo, che non è stato eseguito. Anche questa attività ha richiesto un impegno significativo.

Segnaliamo infine che, a breve scadenza, nelle prossime versioni di MasterSap, si darà seguito, anche in altri casi, al confronto fra gli esiti

della progettazione in capacità e quella derivante da un opportuno calcolo NON dissipativo. Si può, infatti, applicare il medesimo principio per tutte le situazioni in cui si applica il coefficiente di sovraresistenza γRd, ovvero quelle cont mplate nella tabella 7.2.I.

Una per tutte: la gerarchia trave-pilastro (par. 7.4.4.2.1).

I meccanismi locali

Per le opere in muratura è stata predisposta una nuova procedura, basata sulle Circolari NTC, che determina il minimo coefficiente di sicurezza tra quelli associati ai diversi possibili meccanismi di collasso locale. Questa procedura è distribuita assieme a MasterMuri, ma è indipendente. Verrà rilasciata gratuitamente agli utenti di MasterMuri in regola con il relativo contratto. Potrà però anche essere acquisita separatamente (prezzo di listino: € 300,00).

meccanismi locali in MasterSap 2019

Le altre novità presenti nel documento (scaricabile in fondo in pdf.) riguardano:

  • Spettro sismico locale (MasterSap)
  • Sconnessioni su elementi guscio/piastra (MasterSap)
  • Deformabilità torsionale (MasterSap)
  • Reazioni vincolari (MasterSap)
  • Resistenza a taglio in condizioni cicliche (Verifiche c.a., MasterEster)
  • Verifica costruzioni in muratura (MasterMuri)
  • Calcolo azioni sismica per la verifica di elementi non strutturali, impianti...
  • Integrazione stato tensionale (maschi murari, pareti in c.a., ecc.)
  • BIM