Cementerie aperte: anche il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia in visita

Anche il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha voluto approfittare del fine settimana di porte aperte organizzata da Federbeton (la federazione della filiera del cemento e del calcestruzzo) e Aitec (che riunisce i produttori nazionali del cemento).

Oggi ha infatti visitato l'impianto Colacem di Galatina, nel leccese, dove i tecnici hanno accompagnare i visitatori in un giro per lo stabilimento che è uno dei più avanzati d'Europa anche grazie a un investimento di 6 milioni sulla torre di preriscaldo, sul filtro per l'abbattimento delle polveri e del carbonile.

cementerie-aperte-vincenzo-boccia.jpg

"Se si vuole guardare il futuro del Paese bisogna visitare la Colacem" ha spiegato Boccia parlando di una "iniziativa molto bella" che permette di raccontare "come si produce cemento e come si costruiscono i fondamentali per un grande Paese che è l'Italia, seconda manifattura d'Europa".

Sulla produzione di eccellenza della cementeria di Galatina due dichiarazioni COLACEM.

L'ultima cosa che temiamo sono i controlli” ha evidenziato Fabrizio Pedetta, direttore generale della Colacem “questa di Galatina è fra le migliori in Europa e sarebbe un fiore all’occhiello anche per i tedeschi. Noi italiani dobbiamo imparare a valorizzare quello che abbiamo. Se ne è accorto anche  Piero Angela che, per illustrare come sia possibile far divenire la sostenibilità una realtà, ha mandato una sua troupe a riprendere il nostro stabilimento di Gubbio. E a Galatina la nostra filosofia e la nostra realtà non cambiano. Il nostro obiettivo è diventare migliori dei migliori. Vogliamo dimezzare le emissioni inquinanti oggi realizzabili attraverso le migliori tecnologie".

Il cemento è un prodotto che migliora la qualità della vita delle persone -è il messaggio che lancia Massimiliano Pambianco, responsabile della comunicazione dell’azienda eugubina, mentre mostra un pieghevole in cui vengono illustrate le “migliori pratiche di Colacem per il cemento”.  

Fonte: ANSA