Rinforzo a flessione trave e ripristino della precompressione tramite pretensionamento delle lamelle di carbonio

La trave presenta una condizione di degrado e deterioramento che ha portato al tranciamento di alcuni trefoli di precompressione e al distacco del calcestruzzo per mutate condizioni di carico o per degrado dei materiali con conseguente riduzione delle prestazioni iniziali e riduzione della capacità portante.

Come si procede al rinforzo della trave in c.a.?

Utilizzo all’intradosso delle travi di lamelle pultruse in fibra di carbonio adeguatamente pretese in modo da fornire alla trave la medesima precompressione persa a causa del tranciamento dei trefoli.

draco_abaco-rinforzo-scheda-1-4.JPG

Quali sono le operazioni premilinari?

Le parti di calcestruzzo in fase di distacco dovranno essere rimosse fino a scoprire la sottostante barra di armatura la quale dovrà essere adeguatamente trattata con prodotto passivante DRACOSTEEL. La sezione di calcestruzzo dovrà essere ricostruita mediante apposita malta strutturale fibrorinforzata FLUECO 40T, eventualmente bicomponente in caso di supporti deboli FLUECO 80 T2 e la superficie rettificata. Per sezioni superiori a 3-4 cm utilizzare la malta fibrorinforzata FLUECO 175 T CR FR. Dovranno poi essere realizzati dei fori per l’inserimento dei tasselli in acciaio per il fissaggio, preparate le piastre di ancoraggio e le piastre a cuneo.

Come si applica il rinforzo alla trave in calcestruzzo armato?

Sulla sezione di calcestruzzo ricostruita e adeguatamente depolverata verrà applicata a pennello una mano di primer ARMOPRIMER 100 per la preparazione del supporto. La lamella ARMOSHIELD CFK, tagliata a misura e pulita su entrambe le facce con apposito solvente ARMOCLEANER, dovrà essere posizionata dal lato fisso e fissata alla piastra di ancoraggio con resina e tasselli opportunamente serrati; successivamente dovranno essere fissate le piastre a cuneo per ancorare la lamella e contrastare la fase di tiro. La lamella dovrà essere stesa per tutta la lunghezza della trave e incollata con l’adesivo di incollaggio specifico ARMOFIX MTL. Verranno posizionate le piastre a cuneo mobili e il martinetto idraulico, verrà applicata la tensione di progetto e successivamente bloccato meccanicamente il martinetto.

Infine verrà rullata la lamella con rullo in gomma dura per garantire l’aderenza al supporto. Dopo ca. 24 ore dalla tesatura della lamella è possibile rimuovere il martinetto e le piastre a cuneo da ambo i lati della trave.

CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO

>>> Per maggiori informazioni  sui prodotti www.draco-edilizia.it