Fondazione monolitica in calcestruzzo della Torre Milano: gettati 2000 mc in sole 14 ore

24/01/2020 2468

Iniziati i lavori di Torre Milano, in Piazza Carbonari: 80 metri di altezza per 23 piani fuori terra e un 24° piano tecnico con belvedere sulla città, firmato dallo Studio Beretta Associati. Il getto delle fondazioni è avvenuto in sole 14 ore senza soluzione di continuità dell’intera platea di fondazione.

torre-milano-holcim-impresa-rusconi-01.jpg

Torre Milano

Torre Milano diventerà un Tall Building di 80 metri di altezza, per 23 piani fuori terra e un 24° piano tecnico e 105 appartamenti. Sono previsti, inoltre, due edifici di tre piani ciascuno, distinti e indipendenti rispetto alla costruzione principale. La conclusione dei lavori è prevista per il 2022, tra i plus ventilazione meccanica e Alexa di Amazon

Il nuovo sviluppo verticale di OPM (Impresa Rusconi e Storm.it) vale 45 milioni di euro, sorgerà tra Isola e Maggiolina, a un passo da Porta Nuova, un quartiere a misura d’uomo a soli quattro isolati dalla Stazione Centrale, nei pressi di due fermate della metropolitana, a una breve passeggiata di distanza da piazza Gae Aulenti e dalla Biblioteca degli alberi, nei pressi delle fermate Sondrio (linea gialla) e Marche (linea viola) della metropolitana, in dialogo con tutta la città.

Torre Milano è stato oggetto anche del primo progetto di equity crowdfunding immobiliare a Milano tramite Concrete , la piattaforma autorizzata da Consob e specializzata nella raccolta di capitali destinati ad investimenti in progetti real estate: è stato raggiunto l'obiettivo massimo prefissato di 750mila euro.

Nel complesso, i lavori interessano una superficie commerciale di circa 10.500 mq per 105 appartamenti di tagli differenti in classe energetica A, con pannelli fotovoltaici, il recupero delle acque per l’irrigazione e la ventilazione meccanica controllata in ogni unità abitativa.

Con la realizzazione di Torre Milano si aggiunge un altro importante elemento nella ridefinizione dello skyline di Milano.

2.000 mc in sole 14 ore per la fondazione di Torre Milano

In data 13 Gennaio sono iniziati i lavori di Torre Milano e Holcim è stata scelta come partner per la fornitura di calcestruzzo per la costruzione della torre per un totale di circa 13.000 mc.

Il getto delle fondazioni è avvenuto in sole 14 ore senza soluzione di continuità dell’intera platea di fondazione.

Un risultato particolarmente soddisfacente viste le difficoltà logistiche anche a causa del consueto traffico cittadino della città di Milano.

Gettati più di 2.000 m3 di calcestruzzo Antìdro impermeabile a basso calore d’idratazione appositamente studiato per i getti massivi al fine di contrastare il rischio di fessurazioni.

Un calcestruzzo è considerato impermeabile se, sottopo- nendone un provino prismatico a pressioni crescenti del- l’acqua per 4 giorni (2 giorni a 1 bar, 1 giorno a 3 bar e 1 gior- no a 7 bar) essa non penetra per più di 20 mm nel provino. ANTÌDRO è un calcestruzzo formulato con cementi pozzo- lanici oppure cementi alla loppa che consentono la forma- zione di impasti estremamente compatti e chimicamente stabili. Inoltre, un attento studio della composizione, la definizio- ne di un basso rapporto acqua/cemento e l’uso di additivi di qualità selezionata, consentono di ridurre la presenza d’acqua nell’impasto aumentando così il grado di coesione e la compattezza del prodotto. ANTÌDRO possiede quindi compattezza ed impermeabilità superiori grazie all’elevato potere di riempimento di pori e micro-pori che sono la causa della permeabilità all’acqua delle strutture in calcestruzzo armato.

Sono stati messi in campo 2 impianti di produzione del calcestruzzo con 4 punti di carico totali, provenienti da 2 cave di aggregati con l'utilizzo di 2 autopompe per il pompaggio del calcestruzzo fornito dagli impianti di produzione di Segrate e Novate Milanese. Coinvolti, tra tecnici, operatori, autisti e maestranze circa 45 addetti.

torre-milano-holcim-impresa-rusconi-02.jpg

Una volta terminate  le operazioni di getto della fondazione si passerà alla realizzazione delle opere in elevazione dei piani interrati (pilastri e murie) e delle solette di copertura.

Saranno forniti infatti 6300 mc di calcestruzzo in C37 classe di esposizione XC3 per muri travi e solai, in particolare altri 2100 mc di C45 XC3 sono previsti per muri e pilastri e 1700 mc di C55 XC3 per i solai.


Holcim Italia

Holcim (Italia) fa capo a Holcim Gruppo (Italia) S.p.A., holding capogruppo che esercita funzioni di direzione e di coordinamento delle società controllate (di cui detiene la totalità o la maggioranza delle azioni o quote sociali) e di gestione delle partecipazioni nelle collegate (con quote inferiori al 50%).

Holcim Gruppo (Italia) S.p.A. detiene il 100% di Holcim (Italia) S.p.A. che, a sua volta, detiene il 100% di Holcim Aggregati Calcestruzzi S.r.l., di Geocycle (Italia) S.r.l. e di Fonte Curella S.r.l.

LafargeHolcim è nata dalla fusione tra eguali di Lafarge e Holcim nel 2015 - l' impresa è il produttore mondiale di cemento, aggregati (ghiaia, inerti e sabbia), calcestruzzo preconfezionato e asfalto, nonchè fornitore di servizi. Con oltre 180 anni di esperienze congiunte e con la presenza in 90 pesi nel mondo, il nuovo gruppo aspira ad aprire una nuova era di tecnologie ed innovazioni all'avanguardia nell'industria dei materiali da costruzione, per affrontare le sfide del XXI secolo.