Dispositivi antisismici EBS, i vantaggi e come sfruttare le attuali agevolazioni: intervista a Emanuele Rava

Il presidente del consiglio di amministrazione di Bequadro Srl, Emanuele Rava, attraverso un’intervista, ci racconterà da dove nasce l’idea che ha portato alla fondazione di EBS (marchio del Gruppo Bequadro), i vantaggi dei loro prodotti e quali sono le agevolazioni del sismabonus.  


Buongiorno Emanuele, qual è il suo ruolo all’interno di EBS? 

rava-emanuele.jpgBuongiorno. Io sono il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Bequadro Srl nonché progettista; insieme ad alcuni amici professionisti e agli altri soci della Bequadro Srl abbiamo ideato i sistemi di connessione degli edifici prefabbricati dando vita al marchio EBS 

I sistemi antisismici EBS: sistemi semplici da installare e versatili

Da chi o da dove nasce l’idea di un sistema di connessione per strutture prefabbricate? 

L’idea nasce al nostro interno in quanto nell’anno 2018, a seguito di una richiesta di messa in sicurezza e miglioramento sismico di un edificio industriale.

Ci siamo trovati a dover pensare a come connettere i vari elementi che compongono la struttura (travi, pilastri, tegoli). 

Da quella necessità è nata l’idea di “pensare” e sviluppare un sistema nostro che fosse in primo luogo semplice da installare e molto versatile.

I luoghi di lavoro devono essere sicuri dal punto di vista strutturale e sismico 

Quali sono le strutture obbligate a mettere in sicurezza gli edifici industriali dal rischio sismico? Dipende da specifiche normative o più semplicemente da aree geografiche considerate a rischio sismico? 

In Italia non vige un obbligo normativo relativamente al miglioramento sismico degli edifici esistenti, sia industriali che civili, per quanto concerne le Norme Tecniche per le Costruzioni, se non nel caso di strutture strategiche a servizio della Protezione Civile.

Sussiste invece un obbligo dal punto di vista della sicurezza sui luoghi di lavoro; infatti, uno dei compiti del Datore di Lavoro è quello di valutare i rischi per la salute dei propri lavoratori, rischi tra cui rientra quello sismico e strutturale. 

I datori di lavoro sono pertanto tenuti a far eseguire delle verifiche di vulnerabilità sismica sui fabbricati, all’interno dei quali si svolgono le attività lavorative. Nel caso in cui questi edifici non siano sicuri devono prevedere gli interventi volti alla mitigazione del rischio

Questo vale per tutta l’Italia con particolare attenzione alle zone sismiche 1, 2 e 3.

immagini di effetti dei terremoti sui capannoni.JPG

I vantaggi dei prodotti EBS

Parlando dei prodotti EBS, quali sono i vantaggi e i benefici del loro utilizzo? 

I sistemi di connessione EBS sono nati con l’intenzione di facilitare il lavoro degli applicatori e soprattutto permettere le installazioni in condizioni di scarsa lavorabilità. 

esempio-dispositivo-sismico-ebs.JPGPrima di definire le caratteristiche di resistenza, di dissipazione ecc… abbiamo pensato a dove e come questi sistemi sarebbero stati montati provando a dare una risposta alle problematiche che normalmente si presentano in cantiere. Problematiche come la presenza di trefoli e/o ferri di armatura lenta che impediscono l’inserimento di un tassello, alla presenza di impianti che non possono essere rimossi ecc…

Definito l’obbiettivo si è arrivati all’idea della testa snodata collegata ad un corpo molto snello.

Pertanto i nostri sistemi sono semplici da montare, comodi e veloci da installare e soprattutto sono versatili e adatti alle situazioni più estreme.

Le agevolazioni legate al Sismabonus

Se parliamo di detrazioni e bonus, cosa ci può dire del sismabonus? A chi spetta? E quali sono le regole per avere l’agevolazione?

Intanto dobbiamo distinguere tra Sismabonus (Decreto Legge n° 63/2013) e Superbonus del 110% (di cui si parla molto in questi giorni).

Il Superbonus si applica solamente per persone fisiche e condomini mentre il Sismabonus è rivolto anche alle imprese e pertanto ben si adatta ai potenziali acquirenti dei sistemi EBS.

I proprietari, o affittuari, di immobili ad uso commerciale, industriale, artigianale che vogliano mettere in sicurezza il proprio immobile, potranno accedere ad una detrazione pari al 50 %.  

La percentuale deve essere calcolata su un ammontare complessivo di 96.000 euro per unità immobiliare per ciascun anno e deve essere ripartita in 5 quote annuali di pari importo, nell’anno in cui sono state sostenute le spese e in quelli successivi.

Si può usufruire di una maggiore detrazione nei seguenti casi:

  • quando dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico, che determini il passaggio ad una classe di rischio inferiore, la detrazione spetta nella misura del 70% delle spese sostenute
  • se dall’intervento deriva il passaggio a due classi di rischio inferiori, la detrazione spetta nella misura dell’80%delle spese sostenute.

L’agevolazione vale per le zone sismiche 1, 2 e 3.

>>RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI E SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI<<