Adeguamento sismico di un complesso ospedaliero con l’inserimento di isolatori alla base

Il presente articolo descrive la progettazione di un intervento di adeguamento sismico di un complesso ospedaliero (classe d’uso IV, vita nominale VN>100 anni), realizzato negli anni 1960-70, costituito da 4 corpi di fabbrica con struttura portante in cemento armato ordinario gettato in opera, separati da giunti tecnici non antisismici, ciascuno di 3 piani fuori terra, oltre ad un piano sottotetto ed un seminterrato per un’altezza complessiva di circa 16,00 m. 

L'adeguamento sismico è stato ottenuto modificando lo schema statico originario, inserendo isolatori alla base a doppia superficie curva forniti dalla G&P intech Div. Hirun International. Gli isolatori sono stati dimensionati con analisi di tipo non lineare (time history) con sovrapposizione modale, utilizzando accelerogrammi artificiali spettrocompatibili per ogni stato limite di interesse, ottenendo uno spostamento massimo ammissibile di progetto pari a 400mm. Nello stato di progetto l’edificio risulta adeguato con uno spostamento soddisfatto in tutte le analisi SLC (massimo pari a 344.47 mm e medio pari a 295.44 mm).

In sintesi questi gli interventi previsti dal progetto
  • Rinforzo impalcato sottotetto con soletta integrativa in cemento armato, placcaggio travi e pilastri con lamiere e cucitura travi di copertura in corrispondenza dei giunti interni;
  • Platea di fondazione e ringrosso pilastri;
  • Grigliato in acciaio HEA intradosso piano terra;
  • Taglio pilastri e setti con inserimento isolatori sismici in acciaio a doppio pendolo e realizzazione capitelli in c.a.;
  • Incamiciatura pilastri – eliminazione giunti;
  • Rinforzo pilastri-travi in elevazione;
  • Taglio dei setti per completa discontinuità della base isolata;
  • Inserimento giunti antisismici nelle intercapedini perimetrali.

clinica-ospedaliera-isolamento-sismcio-gp-intech-1.jpg

Lo stato di fatto del complesso ospedaliero di Jesi

Il fabbricato è sito a Jesi (AN) ed appartiene ad un complesso ospedaliero realizzato negli anni 1960-70, costituito da diversi corpi di fabbrica. Oggetto di tale intervento sono i corpi degenze (D1-D2-D3-D4) separati da giunti tecnici non antisismici e le relative scale A-B-C. Ciascun corpo si sviluppa in 3 piani fuori terra, oltre ad un piano sottotetto ed un seminterrato per un’altezza complessiva di circa 16,00 m. La struttura portante è in cemento armato ordinario gettato in opera. La localizzazione del sito rientra nella zona di categoria 2 (medio-alta sismicità).

Le caratteristiche dell’intervento in progetto

Data l’importanza strategica dell’edificio dichiarata dal Committente (classe d’uso IV e vita nominale di 100 anni), si è progettato il completo adeguamento sismico della struttura, in modo che a seguito degli interventi la struttura sia in grado di resistere alle combinazioni delle azioni di progetto contenute nelle vigenti norme con il 100% del grado di sicurezza richiesto dalle stesse.
Tutte le verifiche di resistenza e deformabilità dell’edificio, in termini di azioni gravitazionali e sismiche, sia allo stato attuale che allo stato di progetto, hanno mostrato come l’inserimento di isolatori sismici alla base e gli altri interventi previsti in fondazione e in elevazione, si raggiunga l’obiettivo di adeguamento sismico relativo alla classe d’uso richiesta per “costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti”. [...] continua la lettura nel PDF.

All'interno del PDF l'articolo integrale con la trattazione:
  • LA VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA ANTE-OPERAM E INTERVENTI PREVISTI
  • IL PROGETTO DEL SISTEMA DI ISOLAMENTO
  • LE VERIFICHE SISMICHE

Articolo tratto dagli atti del XVIII Convegno ANIDIS - Ascoli Piceno 2019

La visita in Cantiere 

Lo scorso 9 settembre G&P intech Div. Hirun International ha promosso una interessante visita al cantiere della casa di cura Villa Serena di Jesi. Per meglio comprendere tutte le tecnologie utilizzate e le peculiarità del particolare progetto di retrofit antisismico, durante la visita sono state intevistate alcune figure che hanno partecipato a diverso titolo alla progettazione e realizzazione dell'intervento, primo fra tutti l'ing. Giorgio Giacomin titolare della azienda G&P intech Div. Hirun International che ha fornito i dispositivi antisismici utilizzati nel progetto. Le interviste sono state realizzate dalla giornalista Deborah Annolino di AD Communications mentre il montaggio dal video maker Stefano Bin.

Per parlare della scelta dell'isolamento sismico alla base come soluzione per adeguare un edificio ospedaliero è stato intervistato Ing. Loris De Flaviis dello Studio CDV Engineering che insieme all'Ing. Stefano Cristini si è occupato della progettazione e D.L. dell'intervento. Maggiori dettagli sono presenti nell'articolo scaricabile più sotto.

Data l'età e vista l'importanza della struttura il Gruppo Petruzzi ha scelto di portare a 4 il livello di sicurezza sismica per la Clinica Villa Serena, ne ha parlato nell'intervista il Dott. Antonio Petruzzi, Direttore della Clinica. 

Non basta una buona progettazione, per realizzare un progetto di retrofitting antisismico complesso come quello di Jesi occorre la qualità delle maetranze, la capacità di realizzare correttamente quanto previsto dal progetto. Di questo e di altro ne ha parlato l'Ing. Giuseppe Zattoni della impresa SolesTech di Forlì specializzata nel retrofitting sismico.