Le innovazioni nella tecnologia del calcestruzzo: l'intervista a Luigi Coppola | VIDEO

Calcestruzzi fibrorinforzati a elevate prestazioni con funzionalità autoriparanti, calcestruzzi sostenibili, cementi solfoalluminosi e materiale ad attivazione alcalina dal basso impatto ambientale. 

Sono alcuni degli argomenti approfonditi durante il convegno promosso dall'American Concrete Institute - Italy Chapter (ACI IC) dal titolo "Innovazione nella tecnologia del calcestruzzo" svoltosi durante Saie 2020.

«In occasione del convegno abbiamo proposto un format diverso - ha spiegato nella prima parte dell'intervista Luigi Coppola, presidente di ACI IC - abbiamo illustrato le tecnologie innovative partendo dalla loro applicazione in due grandi recenti opere in calcestruzzo armato: il Ponte San Giorgio a Genova e la Torre Pwc a Milano. Per le fondazioni di entrambi, sono stati utilizzati dei cementi sostenibili caratterizzati da un ridotto tenore di clinker così da limitare il riscaldamento in condizione adiabatiche che è tipico di getti massivi come quelli delle fondazioni».

Tra i temi affrontati durante il convegno, anche quello della sostenibilità.

«Sono state presentate le strategie e le possibilità che offrono i nuovi materiali alternativi al cemento Portland - ha spiegato Coppola - si è parlato di cementi solfoalluminosi e di materiale ad attivazione alcalina che sembrano rappresentare la nuova frontiera per poter abbattere sia le emissioni di CO2 tipiche del cemento Portland sia il consumo di energia in fase di produzione».

I dettagli nella video intervista.

Fibrorinforzati, autoriparanti, ma soprattutto sostenibili: i calcestruzzi innovativi