HeidelbergCement sperimenta una nuova tecnologia di cattura del carbonio

La filiale americana di HeidelbergCement Lehigh Hanson e la società di tecnologia dei materiali con sede nella Silicon Valley Fortera hanno annunciato una collaborazione per implementare un nuovo tipo di tecnologia finalizzato alla cattura e utilizzo del carbonio (CCU) in un'installazione pilota presso l'impianto di cemento di Redding California di Lehigh, con una riduzione prevista del 60% emissioni di CO2 per tonnellata di prodotto.

Entrambi i partner costruiranno e gestiranno un piccolo impianto commerciale in cui la CO2 verrà catturata dallo scarico del forno e convertita in materiale cementizio.

Il prodotto finale sarà idoneo all'uso come nuovo SCM (Supplementary Cementitious Material) a basse emissioni di carbonio nella produzione di calcestruzzo di alta qualità con un'impronta di CO2 inferiore.

"Siamo lieti di aggiungere un'altra tecnologia al nostro portafoglio esistente di iniziative per la cattura del carbonio, contribuendo all'economia circolare", ha affermato il dott. Dominik von Achten, presidente del consiglio di amministrazione di HeidelbergCement. “La cattura e l'utilizzo o lo stoccaggio del carbonio (CCU / S) è una leva chiave per ridurre in modo significativo le emissioni di gas serra altrimenti inevitabili nell'industria del cemento. Questo è il motivo per cui costruire nuove partnership verso CCU / S e investire in tecnologie innovative sono una parte fondamentale della strategia climatica di HeidelbergCement"

Il prodotto generato nell'ambito del nuovo processo di cattura del carbonio nello stabilimento di Redding sarà il primo materiale cementizio prodotto commercialmente dalla CO2 catturata direttamente da un forno per cemento.

Il processo di ricarbonatazione proprietario di Fortera (ReCarbTM) funziona attingendo alla materia prima e alle attrezzature esistenti nello stabilimento, mentre la produzione continua come al solito dalla cava al forno. Invece di rilasciare CO2, lo scarico del forno viene catturato e mineralizzato in un materiale cementizio. Il materiale può essere co-miscelato con cemento Portland e utilizzato dai produttori di calcestruzzo preconfezionato come materiale cementizio supplementare (SCM) o come legante cementizio per materiali preformati in calcestruzzo come mattoni, blocchi o strutture prefabbricate.

Fonte: Press Releases HeidelbergCement