Sismabonus 110 e sicurezza delle tamponature

Nel focus di Logical Soft dedicato agli interventi antiribaltamento per le tamponature un approfondimento sulle varie tecniche di rinforzo e come accedere al Sismabonus per detrarre le spese sostenute. 


Utilizzare il Sismabonus 110 per gli interventi antiribaltamento per le tamponature

Le tamponature sono sistemi di chiusura perimetrale dell’edificio. Esse non svolgono funzione di struttura portante ma la loro stabilità è fondamentale per garantire l’incolumità delle persone, specialmente in condizioni sismiche.

I principali meccanismi di rottura delle tamponature sono meccanismi di ribaltamento e flessione fuori piano. Le cause che portano al formarsi di tali meccanismi sono di diverso genere e possono combinarsi tra loro in modo molto sfavorevole; si tratta di: assenza o insufficienza di connessione trasversale, scarsa qualità muraria, degrado o assenza di collegamento con la struttura portante in cemento armato. Tra le principali cause che innescano i cinematismi fuori piano delle tamponature  rientra certamente l’azione sismica.

Mettere in sicurezza le tamponature contribuisce quindi a migliorare la prestazione sismica dell’edificio. Per questo motivo interventi locali di rinforzo antiribaltamento delle tamponature rientrano tra quelli ammessi al Superbonus.

Quali interventi mettere in atto per evitare meccanismi di ribaltamento delle tamponature e come accedere al Superbonus per detrarre le spese sostenute?


Leggi le risposte a questi quesiti nel focus di Logical Soft ‘Interventi antiribaltamento per le tamponature’ e scopri gli strumenti offerti da TRAVILOG per progettare e verificare vari sistemi di rinforzo, tra cui le tamponature. 


 

logical-focus-tamponature.JPG