Euroedile rileva la Pilosio: al via il rilancio della storica azienda friulana

27/08/2021 4486

Con un piano industriale da oltre 8 milioni di euro riparte il Gruppo Pilosio, realtà storica nel settore della produzione di attrezzature per costruzione e manutenzione.

La svolta è avvenuta il 26 luglio scorso quando la trevigiana Euroedile è risultata aggiudicataria definitiva nella procedura competitiva indetta dal Tribunale di Udine.

 

Materiali e prodotti innovativi: il piano di rilancio per il brand Pilosio

È arrivata dal Veneto la salvezza per il gruppo Pilosio di Tavagnacco: l'azienda storica produttrice di ponteggi, casseforme, blindaggi e strutture per lo spettacolo, era stata messa in liquidazione a fine 2020 ed è stata acquisita da Euroedile, colosso dei ponteggi e delle attrezzature per cantieri edili.

Al costo dell'acquisizione, di 3,5 milioni di euro, si aggiunge, entro l'anno, un ulteriore investimento di 5 milioni di euro per far ripartire l’azienda attraverso un piano industriale dettagliato che non solo metterà in sicurezza i 36 dipendenti rimasti, ma rivoluzionerà la produzione del marchio Pilosio per dare vita al ponteggio 4.0 e diventare competitivo a livello mondiale.

La rinascita del brand friulano punterà a fornire nuove tecnologie di costruzione, materiali più versatili e pratici da maneggiare e prodotti innovativi.

«Porteremo una ventata di “aria nuova” non solo rafforzando la storica produzione Pilosio, ma implementando la gamma con materiali innovativi e nuovi prodotti - ha fatto sapere Nereo Parisotto, Amministratore Unico di Euroedile - tutto ciò consentirà alle aziende che si affideranno al marchio Pilosio di lavorare meglio, con più velocità e maggiore sicurezza. Al nostro attivo abbiamo 35 anni di esperienza fatta di lavoro sul campo ma soprattutto di studi ingegneristici portati avanti dai tecnici di Euroedile che ci hanno consentito di realizzare opere che altri non sarebbero stati in grado talvolta neanche di pensare». 

«Quando ho iniziato i primi passi nel mondo dell’edilizia – ha aggiunto Parisotto – Pilosio era una istituzione nel settore. Non potevo permettere che un’azienda così importante, e in una regione a me così cara, chiudesse».

Dopo anni difficili, l'impresa friulana potrà voltare pagina: il nuovo gruppo triveneto dividerà il suo quartier generale tra Postioma, frazione in provincia di Treviso e Tavagnacco in provincia di Udine, garantendo la continuità dello storico brand riconosciuto come sinonimo di produzione di alta qualità italiana nei ponteggi e casseforme.