L'isolamento sismico dei ponti esistenti

Alle "Conversazioni In Calcestruzzo" del Saie Bari, Paolo Clemente (ENEA) ha incentrato il proprio discorso sull'isolamento sismico dei ponti esistenti, portando l'esempio del Viadotto Sompalgo, il primo su cui fu fatta una applicazione antisismica, effettuata nel 1976. 

Il professor Andrea Prota invece ha precisato che le recenti Linee guida sui ponti legano l’esito delle ispezioni periodiche ai provvedimenti urgenti attraverso opportuni parametri di controllo.


L'isolamento sismico incrementa il periodo fondamentale di vibrazione di una struttura

Con Paolo Clemente si è affrontato l’interessante e attuale tema dell’isolamento sismico dei ponti esistenti. La prima applicazione di isolamento sismico in Italia fu sul Viadotto Somplago dell’autostrada Udine-Tarvisio, costruito nel 1976 con dispositivi a scorrimento sulle pile e dispositivi in gomma tra l’impalcato e le spalle. Il Viadotto, fu poi “collaudato” superando indenne le due scosse dell’11 settembre (magnitudo M = 5.3 e 5.6, rispettivamente) e le due scosse del 15 settembre 1976 (M = 5.9 and 6.0, rispettivamente), che interessarono il Friuli con epicentri a pochi chilometri dal viadotto. Al contrario, molte strutture nella zona furono seriamente danneggiate.

 

 

Com’è noto, l’isolamento sismico, incrementa il periodo fondamentale di vibrazione di una struttura cosicché le accelerazioni in essa sono significativamente ridotte. Nel contempo gli spostamenti aumentano sensibilmente col periodo di vibrazione; essi, però, riguardano essenzialmente i dispositivi, soggetti ad ampi spostamenti relativi, mentre la parte sovrastante della struttura – l’impalcato, nel caso dei ponti - si comporta quasi come un corpo rigido con conseguente riduzione delle sollecitazioni.

Nei ponti esistenti, l’applicazione dell’isolamento sismico non presenta particolari difficoltà in quanto basta sostituire gli appoggi “ordinari” esistenti con gli isolatori

Si è parlato, inoltre, dei vantaggi degli isolatori a pendolo a doppia superficie – in caso di retrofit – in quanto è possibile inserire tali isolatori in spazi ristretti – impalcato/pila – dell’ordine dei 16-18 centimetri. 

In occasione di tale conversazione, il Prof. Andrea Prota, precisa che, per la prima volta in materia di manutenzione, le recenti Linee guida sui ponti, legano l’esito delle ispezioni periodiche ai provvedimenti urgenti attraverso opportuni parametri di controllo. 

 

 


In Calcestruzzo - l'evento dell'anno del settore del calcestruzzo

L'evento "In Calcestruzzo" organizzato da INGENIO e InCONCRETO durante il SAIE di BARI prevedeva 18 conversazioni tecniche, due convegni istituzionali e una scuola per l'esecuzione dei controlli in cantiere. Si tratta della seconda edizione e nasce da un'idea dell'ing. Andrea Dari, sostenuta da SENAF e che avrà un suo seguito a SAIE 2022. L'edizione 2021 è stata realizzata grazie alla collaborazione essenziale dell'Ing. Matteo Felitti.