Ponti ad arco in muratura: tecniche numeriche avanzate per la valutazione della vulnerabilità

Gabriele Milani, ordinario di Scienza delle Costruzioni al Politecnico di Milano illustra la memoria presentata in occasione della prima conferenza di Eurostruct - European Association on Quality Control of Bridges and Structures, svoltasi a Padova dal 29 agosto al 1° settembre 2021. 

Lo studio ha riguardato lo sviluppo di tecniche numeriche avanzate per la valutazione della vulnerabilità di ponti ad arco in muratura interagenti con il riempimento.


 

L'analisi statica non lineare per la valutazione della vulnerabilità dei ponti in muratura

Gli aspetti fondamentali della modellazione avanzata di un ponte ad arco in muratura sono principalmente il contributo stabilizzante ai carichi verticali del riempimento, la tessitura dell'arco in muratura e la geometria che, in molti casi, può essere non rettilinea.

Le tecniche utilizzate per la valutazione della vulnerabilità si basano fondamentalmente sull'analisi statica non lineare in cui si tiene conto di particolari aspetti della muratura, quali per esempio l'ortotropia dovuta alla tessitura e il danneggiamento dovuto al carattere fondamentalmente fragile a trazione dei corsi di malta.

La vulnerabilità delle strutture in muratura ad arco è un tema di crescente interesse crescente nella comunità scientifica dal momento che almeno il 40 per cento dei ponti esistenti In Italia, di cui buona parte sono ponti ad arco in muratura, presenta delle vulnerabilità soprattutto dovute a eventi estremi come a esempio inondazioni. 

 

 

A QUESTO LINK LE ALTRE MEMORIE PRESENTATE A EUROSTRUCT