Saint-Gobain: i vincitori della fase nazionale del Architecture Student Contest

Da Torino e Milano i vincitori della fase nazionale dell'Architecture Student Contest, il grande concorso internazionale per gli studenti di architettura e ingegneria promosso da Saint-Gobain.

Il team del Politecnico di Torino, primo classificato, rappresenterà l’Italia nella finale in programma a Varsavia a giugno.


Medaglia oro e argento al Politecnico di Torino, bronzo al Politecnico di Milano

Il progetto che si è aggiudicato il primo posto in classifica è quello di Diana Barrera, Juan Sebastian Jaramillo e Camilo Sepulveda del Politecnico di Torino.

Dal Politecnico di Torino anche il gruppo medaglia d’argento, mentre dal Politecnico di Milano il team medaglia di bronzo.

Sono questi i risultati dell’Architecture Student Contest, il grande concorso rivolto agli studenti di Architettura e Ingegneria Edile delle più prestigiose Università di tutto il mondo, che premia ogni anno i migliori progetti di riqualificazione urbana, giunto alla 17° edizione.


Saint-Gobain: i vincitori della fase nazionale del Architecture Student Contest

Cos'è l'Architecture Student Contest

Nato nel 2004 con il nome di Multi Comfort Student Contest, il concorso è organizzato da Saint-Gobain, leader mondiale dell’edilizia sostenibile, ed è stato rinnovato proprio quest’anno con un nuovo nome e un nuovo logo. La scelta di rinominarlo Architecture Student Contest deriva dalla volontà da parte di Saint-Gobain di mettere in risalto il concetto stesso di “progetto urbanistico” e di rivolgersi in modo più diretto agli studenti dei corsi di laurea di Architettura e Ingegneria. Abitualmente sono, nel complesso, oltre 900 i team che partecipano da più di 30 nazioni.

Il Contest si divide in due fasi: una Fase Nazionale, durante la quale vengono presentati i progetti delle università di ciascun Paese, e una Fase Internazionale, alla quale accedono solo i vincitori di ciascuna fase nazionale e che si conclude con la premiazione dei vincitori assoluti a livello globale.

Organizzato ogni anno in un Paese diverso, le città protagoniste delle ultime due edizioni sono state Milano (nel 2019), con la presenza di 60 team finalisti e Parigi (fra il 2020 e il 2021, in modalità online a causa dell’emergenza sanitaria), con 53 team da 34 Paesi.

L’edizione 2022 del Contest ha come città ospite Varsavia e il task assegnato ha l’obiettivo di riqualificare l’area attorno alla stazione ferroviaria di Warszawa Wschodnia (Varsavia Est). Gli studenti partecipanti devono progettare e sviluppare le loro idee di intervento nel rispetto di linee guida incentrate sull’integrazione fra design, efficienza energetica e sostenibilità.

 

Progetto primo classificato alla fase nazionale del Architecture Student Contest

Il progetto primo classificato, “Living Gallery”, rappresenterà dunque l’Italia in occasione dell’evento finale, che si terrà appunto a Varsavia dal 8 al 10 giugno 2022 e decreterà i vincitori assoluti del concorso.

La giuria della fase nazionale era composta da Pietro Bagnoli, Project Director CZA - CINO ZUCCHI ARCHITETTI, Laura Cipriani, della Facoltà di Architettura e Ambiente Costruito dell’Università Tecnica di Delft, Paolo Colombo, Director & Sales Manager STUDIO STARCHING, oltre che dagli interni di Saint-Gobain Italia Francesca Anelli, Responsabile della Formazione Tecnica e Patrizia Malatesta, Key Account Manager.

Il progetto è stato selezionato “per l’attenzione al contesto, l’identità dell’architettura e del luogo (place making), la ripresa dei caratteri tipologici e la buona resa grafica”.

Saint-Gobain: i vincitori della fase nazionale del Architecture Student Contest

Il team vincitore, oltre al diritto di partecipare alla fase finale, si è aggiudicato un premio di € 2.500. Ai secondi e terzi classificati, invece, è andato un premio rispettivamente di € 1.500 e € 1.000.


Lo scopo del concorso è diffondere la cultura, propria del nostro Gruppo, del costruire sostenibile e in modo energeticamente efficiente”, ha commentato Gaetano Terrasini, CEO del Gruppo Saint-Gobain in Italia. “Sono certo che gli studenti del Politecnico di Torino si distingueranno a Varsavia per l’alto livello del progetto presentato e per lo spirito innovativo nell’utilizzo delle nostre soluzioni, con l’obiettivo di creare spazi di eccellenza che migliorano la qualità della vita quotidiana".

I vincitori assoluti del contest internazionale, invece, si aggiudicheranno un premio di € 5.000, mentre i secondi e i terzi classificati verranno premiati con una somma, rispettivamente, di € 3.000 e € 1.500. Sono inoltre previsti un Premio Speciale della Giuria e un Premio Speciale degli Studenti, ciascuno del valore di € 1.000.


saint-gobain.jpg

Il Gruppo SAINT-GOBAIN

Saint-Gobain progetta, produce e distribuisce materiali per la sicurezza e il comfort abitativo di ciascuno di noi e il futuro di tutti. Questi materiali si trovano ovunque nei nostri spazi di vita e nella quotidianità: negli edifici, nei trasporti, nelle infrastrutture e in molte applicazioni industriali.

È una realtà presente in 70 Paesi con circa 167.000 dipendenti e un fatturato complessivo di 38.1 Mld di euro nel 2020.

Vanta una storia di oltre 350 anni, nasce infatti nel 1665 per volere di Re Luigi XIV, per realizzare la Galleria degli Specchi del Palazzo di Versailles a Parigi.

In Italia, dove la sua storia ha origine nel 1889 con la costruzione dello stabilimento di Pisa per la produzione del vetro, oggi conta 36 siti produttivi, circa 2.200 dipendenti e un fatturato di 660 Mln di euro nel 2020. Saint-Gobain si propone come polo tecnologico di riferimento per il mercato della costruzione sostenibile e il punto di riferimento globale nell’utilizzo efficiente delle risorse naturali, nel rispetto dell’ambiente. Tutte le soluzioni proposte sono pensate per costruire edifici più efficienti dal punto di vista energetico, per ridurre consumi ed emissioni inquinanti.

Attraverso marchi forti e noti sul mercato, tra cui Glass, Gyproc, Isover e Weber, offre in particolare una gamma completa di soluzioni innovative per involucri opachi e trasparenti, tetti e coperture, architettura d’interni e pareti, pavimenti e controsoffitti.