Muyiwa Oki è il più giovane e primo presidente di colore del Royal Institute of British Architects (RIBA)

Il Royal Institute of British Architects (RIBA) ha annunciato il nome di colui che ricoprirà la carica di presidente eletto a partire dal 01 settembre 2022. Ha 31 anni, si chiama Muyiwa Oki e sarà il primo presidente di colore del RIBA nonché il più giovane architetto inglese a ricoprire questa carica.


Chi è Muyiwa Oki, il più giovane presidente del RIBA?

É giovanissimo, ha solo 31 anni, l'architetto Muyiwa Oki è stato eletto alla presidenza del RIBA. A partire dal 01 settembre 2022 Oki assumerà la carica di presente eletto e subentrerà all'attuale presidente Simon Allford solo a partire dal 01 settembre 2023.

Il ruolo di presidente del RIBA è stato istituito nel 1835 ed è la più alta carica istituzionale nell'architettura del Regno Unito. Oki sarà l'80° rappresentante eletto che guiderà la comunità degli architetti inglesi.

Laureatosi nel 2016 alla Scuola di Architettura dell'Università di Sheffield, dal 2018 a novembre 2021 Oki ha lavorato presso il prestigioso studio di archituttura Grimshaw Architects. Oggi ricopre il ruolo di Architectural Manager presso la società di costruzioni Mace Group.

 

Chi è Muyiwa Oki, il più giovane presidente del RIBA?

 

Su Linkedin, Muyiwa Oki descrive sintenticamente così il suo profilo professionale:

"Sono interessato all'intersezione tra architettura e tecnologia e aspiro a lavorare con team interfunzionali per creare prodotti che arricchiscano la vita delle persone. Ho un interesse particolare per i sistemi ad anello chiuso e gli schemi innovativi di economia circolare nell'ambiente edificato.

Con un background internazionale, mi piace lavorare con i clienti su progetti globali, per imparare molto di più su come i valori culturali influenzano il design.

In qualità di Architetto nel team Design e Digital di consulenza edile, Mace Group. Nel mio precedente studio, Grimshaw Architects, sono stato fondatore e presidente del gruppo multietnico e della rete del personale di Allies e relatore esterno e mentore per aspiranti architetti presso la Fondazione Grimshaw, che esiste per incoraggiare una maggiore mobilità sociale all'interno dell'architettura.

Nel settore in generale, sono noto per aver presentato a Practice Clinics incentrato sulla leadership EDI e aver partecipato a panel, eventi e programmi radiofonici per conto del RIBA. Inoltre, contribuisco regolarmente alla prossima generazione di architetti come ambasciatore per la sfida del sindaco di Londra: Design Future London.

Sono anche co-fondatore di un'impresa di design e tecnologia chiamata Modulor, incentrata sul rendere accessibili gli spazi Digital Twins."

 

Sempre più inclusività nella professione di architetto

"Spero che questo sia l'inizio di molte grandi cose a venire per coloro che si sentono privati ​​dei diritti e sottorappresentati" ha dichiarato il futuro presidente degli architetti inglesi.

"Possiamo essere orgogliosi di un'elezione in cui le persone di colore, in diverse fasi della loro carriera, di tutte le identità, possono essere ascoltate e viste all'opera per rappresentare la professione", ha detto Oki "Lavorerò con voi per offrire equità, trasparenza e innovazione nell'architettura."

In qualità di presidente, Oki presiederà l'organo di rappresentanza del RIBA, il Consiglio RIBA e siederà nel Consiglio di fondazione del RIBA.

L'attuale presidente del RIBA Allford ha espresso le sue congratulazioni a Oki, sottolineando che: "Questo è un momento entusiasmante per il RIBA poiché creiamo un'organizzazione più snella e agile per supportare la nostra adesione globale e coinvolgere tutti coloro che sono interessati all'architettura. Non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con Muyiwa come presidente eletto prima di consegnarglielo nel settembre 2023".

 

L'elezione di Oki segue la notizia che Kimberly Dowdell sarà la prima presidente donna di colore dell'American Institute of Architects (AIA).

La comunità internazionale degli architetti dimostra di essere libera da ogni forma di discriminazione razziale. Tante le nomine e le onorificenze attribuite in questo 2022: Francis Kéré insignito del premio Pritzker; Lesley Lokko alla guida della Biennale di Architettura di Venezia 2023; Muyiwa Oki alla presidenza del RIBA mentre Kimberly Dowdell alla presidenza dell'AIA.