Manuello Bertetto Amedeo


Politecnico di Torino

Curriculum / Profilo

Il Prof. Manuello è Ricercatore Universitario confermato e Professore Aggregato presso il Politecnico di Torino. È autore e coautore di 45 lavori pubblicati su riviste internazionali ed è coautore di altre 90 pubblicazioni come articoli in atti di congresso e capitoli di libro a diffusione nazionale e internazionale. La ricerca è dedicata alle indagini sperimentali innovative ed alle prove di tipo non distruttivo mirate alla definizione delle caratteristiche di integrità delle strutture in situ ed in laboratorio ed alla durabilità delle tecniche e dei materiali per il consolidamento strutturale. In particolare, l’attività di ricerca condotta ha consentito al Prof. Manuello di svolgere, in qualità di responsabile scientifico dell’unità di ricerca di PoliTo, il progetto MONFRON aggiudicato dalla regione Toscana ad un team di ricerca sia scientifico che academico. Nell’ambito di tale progetto il Prof. Manuello ha dato vita su propria iniziativa al MONFRON site Laboratory. Laboratorio di sperimentazione innovativa ed analisi dei dati multi-parametro per la sicurezza e l’integrità dei materiali fragili. Dal 2019 il Prof. Manuello è membro della “Association des scientifiques au service de la restauration de Notre-Dame de Paris” (https://www.scientifiquesnotre-dame.org). L’associazione con il controllo ed il patrocinio del CNRS sovrintende alle sperimentazioni innovative per la valutazione dell’integrità strutturale e la durabilità della muratura della cattedrale di Notre Dame de Paris e suggerisce le linee guida di intervento per i lavori di restauro. Inoltre, durante gli ultimi anni la ricerca del Prof. Manuello di è dedicata a studi specifici condotti sui fenomeni di instabilità degli elementi snelli a sezione sottile, a sottile aperta e sui fenomeni di instabilità per snap-through di gusci ed archi ribassati. Successivamente con i lavori dedicati all’interazione si è proposta una soluzione analitica del tutto originale del fenomeno che porta al collasso attraverso una riduzione del carico critico dovuto, per taluni condizioni, all’innesco di instabilità non locale (snap-through) tramite fenomeni localizzati di buckling per elementi ad arco o nel reticolo per coperture reticolari. I risultati ottenuti analiticamente per le strutture a diversi gradi di ribassamento sono stati confermati per via numerica attraverso analisi agli elementi finiti. Il Prof. Manuello è inoltre ideatore del Multi-body rope approach (MRA) per il form-finding di strutture di tipo grid shell. Nel corso del 1 st IWSS-Italian Workshop on Shells and Spatial Structures, il Prof. Manuello è stato nominato, dal comitato scientifico ed organizzativo, co-Chairman dell’evento. Il workshop è stato realizzato con il patrocinio della Sisco – Societa’ italiana di Scienza delle Costruzioni () e dello IASS-International Association of Shells and Spatial Structures .

Articoli

  • 1